Brussellando del 13 gennaio 2009

Mari D e Georges Lorend sono andati alla ricerca dei dialetti italiani, interrogandosi sul loro (ab)uso. Filo d'Arianna di questo intricato labirinto, Piergiorgio Cavallini, che ha ripercorso brevemente la variegata ricchezza dialettale dello Stivale, regalandoci curiosità idiomatiche tipiche della sua regione, la Liguria. Voce narrante di parole a noi sconosciute, l'avv. Camilli. Tale parentesi é stata allegramente conclusa da un'ilare filastrocca bolognese, raccontata in esclusiva dalla signora Anna.
Paolo e Stefano hanno proposto in musica variazioni sonore poco note ai più. Fiordaliso ha infine rivisitato il panorama letterario europeo con le sue mille ed una lingue. Regia di Dani M.
[Buon ascolto]
L'equipe di Brussellando saluta calorosamente la famiglia Porrino-Mazza di Alpignano (TO).

Twitter Facebook RSS

1 commento:

Roberto Java ha detto...

Non vorrei controvertirvi, ma c'e' una versione della Carta di Capua che recita "Sao ke kelle, per i fini ke qui contene, trent'anni possette parte Sancti Benedicti". Si noti che il sostantivo "terre" non compare, per cui "kelle" e' pronome sostantivato.